0421 333190 of.denobili@gmail.com

Il decesso in casa è una delle tristi eventualità che ci si trova ad affrontare quando si vive l’esperienza della perdita di una persona cara. In quei momenti sembra impossibile pensare in maniera lucida ai passi da compiere, ma esistono comunque delle prassi da rispettare in questi casi.

Constatazione del decesso

Sembra banale ma il primo passo formale da compiere in questi casi prevede la constatazione del decesso. Naturalmente questo tipo di verifica deve essere messo in atto da personale medico qualificato. È bene ricordare come non sia necessario che ha constatare il decesso sia il medico di famiglia, ma basta avvalersi della certificazione di personale qualificato.

Nel caso di decesso a casa, sarà possibile chiamare ad esempio il 118, e a quel punto il personale incaricato potrà raggiungere il domicilio per effettuare le opportune verifiche e rilasciare il certificato di avvenuto decesso. Questo tipo di certificato non è altro che un documento redatto su carta semplice che il medico incaricato rilascia ai familiari del defunto per dichiarare appunto l’avvenuto decesso, con indicazione della data e dell’ora dell’evento luttuoso.

Tra le cose da sapere vi è anche che la constatazione dell’avvenuto decesso nei casi di morte in casa deve necessariamente avvenire entro 24 ore sia per motivi fisici che per motivi legali. Quindi, nonostante la delicatezza del momento, è necessario mettere in atto subito tutte quelle azioni per compiere le prassi necessarie.

In seguito il personale medico passerà a chiedere della documentazione riguardante il defunto, per la compilazione della documentazione che sarà poi necessario consegnare presso il comune di residenza. Infatti in caso di decesso in casa è necessario recapitare presso gli uffici comunali il modulo ISTAT relativo all’avvenuto decesso. Nel caso il medico non avesse con se copia del modulo è possibile scaricarlo direttamente qui.

Prassi burocratiche per decesso in casa

Dopo aver affrontato il primo passo con l’aiuto del personale medico, si devono adempiere ad alcune prassi burocratiche necessarie in caso di evento luttuoso.

Il consiglio in questi casi è quello di farsi coadiuvare in un momento così difficile da professionisti del settore, come ad esempio l’impresa di onoranze funebri, che saranno fondamentali per guidarvi in questi adempimenti così difficili a causa del momento emotivo che si sta vivendo. L’agenzia di onoranze funebri potrà aiutare la famiglia a raccogliere tutti i moduli necessari, e sarà di supporto per l’organizzazione di tutti i passi da compiere in questa triste eventualità.

Per quello che riguarda gli adempimenti, è bene ricordare che entro 24 ore dalla constatazione del decesso è necessario presentare tutti i certificati in comune all’Ufficiale di Stato Civile, denunciando in questo modo la morte del proprio caro, per richiedere la successiva autorizzazione alla sepoltura.

Presso gli uffici comunali verrà quindi rilasciato il cosiddetto “estratto di morte” un documento utile a chiudere tutte le pratiche burocratiche connesse alla persona defunta.

Consigli utili in caso di decesso in casa

A questo punto è utile fare un riassunto schematico, per capire bene quali sono i passi da porre in essere già nei minuti appena successivi al triste evento luttuoso. Ecco quindi una serie di consigli che possono essere d’aiuto in momenti di così grande difficoltà emotiva.

  • Contattare immediatamente il medico di base o del personale medico qualificato per constatare l’avvenuto decesso
  • Contattare l’impresa di onoranze funebri per farsi coadiuvare nelle prassi burocratiche da rispettare a norma di legge
  • Durante le operazioni di accertamento verranno posti degli interrogativi alla quale non sempre si è in grado di dare un chiaro riscontro per via del difficile momento emotivo: valutate quindi di farvi affiancare da qualche persona amica che possa esservi di supporto pratico in queste fasi
  • Avere sempre con se i documenti della persona cara defunta, quindi carta d’identità e codice fiscale. Assieme avere anche quelli del parente che si occuperà della presentazione dei documenti presso gli uffici competenti
  • Quando verrà rilasciato il certificato di morte al comune di appartenenza fare più di una copia dello stesso, in quanto questo è il documento fondamentale da presentare per la chiusura di tutte le pratiche burocratiche connesse alla persona defunta.
Share on Facebook
Facebook
Condividi